Conosciamoci meglio

PARTIAMO DALL’INIZIO

Di solito chi viene qui vuole sapere cosa è un Podcast Producer, ma siamo nella sezione “Chi è Rossella“…quindi…
Devo dire che questa cosa del parlare-di-me su un sito non è cosí semplice.
Quindi farò quello che mi viene meglio: ti racconterò una storia.

Avevo 6 anni ed ero in I sezione C delle scuole elementari di Mirandola di Modena. Quella mattina c’era il fotografo in classe, per farci le foto alla lavagna col gessetto giallo in mano.
C’era anche mia mamma, assieme alla Maestra Celestina, per controllare che la foto venisse bene.
A me erano usciti un po’ di ciuffi dalla coda e sembravo uno scoiattolo.

Poco prima di scattare la foto, la Maestra Celestina pensò di farmi una domanda; l’ultima domanda che si dovrebbe fare ad un bambino:
Mi guardó fisso e mi disse: “Senti un po’, ma tu, Rossella, da grande, cosa vuoi fare?
Io rimasi a bocca aperta, il fotografo si bloccò e mia mamma si mise in mezzo:
Mia figlia da grande farà la farmacista: le compreremo una farmacia e venderà le aspirine

La Maestra Celestina sembrava compiaciuta, il fotografo aveva capito che quello era il momento perfetto per scattare.
Io invece avevo capito che quello era il momento in cui avrei spezzato, una volta per tutte, il cuore di mia mamma.
Mamma, io da grande voglio fare la cassiera. La cassiera alla Coop

Flash, scatto, foto.

chi e rossella pivanti

Credo che i miei abbiano sperato ancora per qualche anno che io cambiassi idea.
Nella mia testa era tutto molto chiaro.
La cassiera era quella che batteva i tasti che producevano i suoni, e che poteva fantasticare ogni giorno sul perchè le persone comprassero quei prodotti.

La cassiera era il connubio perfetto tra tutto quello che desideravo nella vita: SUONO e STORIE.

Sono partita dalle STORIE.
Ho fatto la sceneggiatrice per un paio di anni, girando l’Italia in treno e vincendo parecchi concorsi tra cui il Premio Roberto Rossellini, MitreoFilmFestival Internazionale e arrivando in finale al Premio Solinas.

Ma mi mancava il SUONO.
Quindi ho bussato alla porta della mia radio preferita di sempre e li ho convinti che ero la persona giusta.
Devo averli convinti bene, perchè ho condotto un programma quotidiano di tre ore, per sette anni.
E per stare più a contatto con la radio, ho vissuto nei suoi corridoi, dormendo su una brandina per quasi un anno.

E’ stato un momento molto importante della mia vita.
Il momento in cui ho capito che le STORIE erano meravigliose, il SUONO anche, ma dovevo trovare un modo per unire le due cose.

Cosí ho aperto il mio studio di registrazione: Insomnia Studios.

Insomnia Studios
il mio studio di registrazione

DAI UNA SBIRCIATINA

ASCOLTA LA STORIA DI COME E’ NATO IL MIO STUDIO

Vita da Podcast Producer

Gestisco Insomnia Studios assieme al mio socio dal 2011 e dal 2018 mi occupo a tempo pieno di produzione di podcast.
Inizialmente come Head of Content presso ForTune e successivamente come libera professionista.

Sono amministratrice di Podcast Community Italia, la piú grande e numerosa community di podcasters del web.

Ho fatto da speaker per numerosi eventi tra cui Social Media Strategies, SMAU, Volksbank e Festival Internazionale del Doppiaggio.

Tengo Corsi di Podcasting, Montaggio e Audio Storytelling per Neuma Music, Lacerba, Scuola Internazionale di Comics.
Sono Socio Operativo dell’Osservatorio di Storytelling.

Collaboro attivamente all’organizzazione del Festival del Podcasting.
Ho ideato CasaPodcast, la prima staffetta online di formazione sul mondo del podcasting e delle narrazioni digitali.
Ma ormai questa sezione suona un po’ come il mio Linkedin…quindi ti consiglio di dare un’occhiata a quello.

Se vuoi leggere i miei articoli li trovi su Cosmopolitan e soprattutto su questo blog.

HO CURATO I PODCAST DI

Random Fun Facts

Ho praticato Cheerleading a livello agonistico per quasi 9 anni.
Sono stata Coach Formatrice per la Federazione Italiana e Coordinatrice Tecnica della Nazionale Italiana per un breve periodo.

Ho un’ossessione per le scimmie, i boschi, i fari, i porti e da un paio di anni studio il Linguaggio dei Segni (ASL).

La parte che preferisco del suono è il silenzio, infatti progetto di trasferirmi a vivere in un bosco.

Restiamo in contatto

SEGUIMI QUI